Il Consiglio di Amministrazione ha approvato la modifica del Regolamento per le prestazioni alle persone disabili, con decorrenza dal 21 giugno 2017, che disciplina l’ipotesi in cui il verbale di Commissione che ha riconosciuto l’invalidità o la 104 o altra situazione che consente l’accesso alle prestazioni del FISDE per la disabilità preveda la revisione (con indicazione della data).
Qualora il verbale di Commissione, come sopra, preveda una revisione, l’interessato, una volta effettuata la relativa visita, dovrà trasmettere tempestivamente al Fondo la documentazione con l’esito della stessa, per consentire a FISDE di verificare la permanenza del diritto alle prestazioni.

Fino a dodici mesi successivi alla data per la revisione indicata nel verbale a suo tempo prodotto, l’interessato che non sia stato ancora convocato per la relativa visita continuerà a fruire “con riserva” delle prestazioni FISDE.
Trascorsi dodici mesi dalla data indicata per la revisione senza che sia stata trasmessa al Fondo la documentazione con l’esito della specifica visita, l’interessato potrà continuare a presentare, nel rispetto dei termini regolamentari, le domande di rimborso: in tal caso, i rimborsi per le prestazioni di natura sanitaria previste dal Regolamento per la disabilità saranno provvisoriamente erogati entro i limiti della normativa del Regolamento per le prestazioni sanitarie, mentre i rimborsi per le altre prestazioni per la disabilità (es.: barriere architettoniche, ecc.) e gli importi differenziali per le prestazioni sanitarie saranno erogati dopo la presentazione della documentazione dalla quale risulti confermata la permanenza dei requisiti per l’accesso alle prestazioni.

Il socio dovrà restituire gli importi eventualmente percepiti per prestazioni (rimborsi, ecc.) impropriamente ricevute dal Fondo qualora dalla documentazione della visita di revisione non ne risulti confermata la spettanza nonché nel caso in cui non abbia prodotto la documentazione della visita di revisione entro i ventiquattro mesi successivi alla scadenza fissata nel Verbale di Commissione già prodotto.

Saranno riesaminate con questa disciplina anche le situazioni pregresse.