Home » Normativa » Modello ex D.Lgs. 231/2001

Modello ex D.Lgs. 231/2001

Modello di organizzazione, gestione e controllo adottato da FISDE

Il Decreto Legislativo n.231 dell’8.06.2001 ha introdotto nell’ordinamento giuridico italiano, la previsione di una responsabilità personale e diretta dell’Ente (Persone Giuridiche, Società, Associazioni anche prive di personalità giuridica) a seguito della commissione di reati da parte delle persone fisiche ad esso collegate, che abbiano agito nell’interesse o a vantaggio dell’Ente stesso.
FISDE ispirandosi ai principi del rispetto dei valori, regole etiche e deontologiche, ha adottato un modello organizzativo coerente con la normativa sulla gestione del Fondo e con i sistemi di controllo operanti in esso, adeguandosi alle linee guida elaborate in materia dalle associazioni rappresentative di categoria.

Il Modello si compone di una prima parte contenente l’insieme delle regole e dei principi generali e di n.4 parti speciali predisposte ciascuna per tipologie di reato (contemplate nel D.Lgs.231/2001) le cui fattispecie sono riconducibili all’attività svolta da FISDE.
Le quattro parti speciali adottate sono state elaborate sul presupposto della verificabilità dei reati, così come rinvenienti dall’analisi dei rischi effettuata:
Parte speciale – A -
• Reati nei rapporti con la Pubblica Amministrazione;
• Induzione a non rendere dichiarazioni o a rendere dichiarazioni mendaci all’Autorità Giudiziaria;
• Reati di contraffazione, alterazione, acquisto, detenzione o utilizzo di valori di bollo falsificati;
Parte speciale – B -
• Reati di ricettazione, riciclaggio e impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita;
• Reati di finanziamento del terrorismo;
• Reati con finalità di terrorismo o eversione dell’ordine democratico;
Parte speciale – C -
• Delitti informatici e trattamento illecito di dati;
• Delitti in materia di violazione del diritto d’autore;
Parte speciale – D -
• Reati di omicidio colposo e lesioni gravi o gravissime commesse con violazione delle norme sulla tutela della salute e sicurezza sul lavoro.

L’elencazione dei reati rimane, tuttavia, non esaustiva poiché le continue pronunce giurisprudenziali e la spinta continua ad approfondimenti dottrinali sulla materia, potranno in futuro arricchire, di nuove fattispecie, le tipologie di reati al momento previsti.

Allo scopo di vigilare sul funzionamento e sull’osservanza del Modello, nonché di curarne il relativo aggiornamento, FISDE ha istituito al suo interno un Organismo di Vigilanza a composizione monocratica.

Ogni violazione o sospetto di violazione del Modello 231/01 e/o ogni altra informazione attinente l’attuazione del Modello può essere segnalata all’Organismo di Vigilanza di FISDE. Le segnalazioni possono essere inviate in forma cartacea a FISDE – Fondo Integrativo Sanitario per i Dipendenti del Gruppo ENEL Via Nizza n.152, 00198 Roma oppure via e-mail all’indirizzo OdV231Fisde@fisde.it

 

 

ALLEGATI

Invia questa pagina Stampa questa pagina