Da anni fortemente impegnati, anche attraverso la prevenzione, sul fronte della promozione della salute, invitiamo i Soci ad usare attivamente tutti i Programmi di medicina preventiva di FISDE: quelli già consolidati, quelli che abbiamo aggiornato in corso d’opera e quelli di recente attivazione.

Chi può accedere alle prestazioni

Possono accedere alle prestazioni, nel limite di due programmi per ciascun anno, i Soci ordinari ed i relativi familiari fiscalmente a carico e i Soci straordinari, nonché – come previsto dalle rispettive Convenzioni – i Soci aggregati e relativi familiari fiscalmente a carico della Gestione SEL e della Gestione FISDE Open (questi ultimi dal 1 luglio 2019). Gli assistiti possono rivolgersi presso strutture sanitarie e professionisti liberamente scelti.

È opportuno che l’adesione ai Programmi di prevenzione venga discussa con il proprio medico che, conoscendo stili, abitudini di vita e fattori di rischio, potrà essere una guida sicura nel consigliare i percorsi più appropriati e personalizzati oltre ad accompagnare negli eventuali approfondimenti diagnostico-terapeutici.

I programmi FISDE di medicina preventiva

  • Prevenzione carcinoma della cervice uterina
  • Prevenzione papilloma virus
  • Prevenzione cancro della mammella
  • Prevenzione cancro del colon retto
  • Prevenzione urologica
  • Prevenzione cardiovascolare
  • Prevenzione osteoporosi
  • Prevenzione tiroide

ed i più recenti (dal 1 luglio 2019)

  • Prevenzione disturbi metabolici
  • Prevenzione odontoiatria bambini

Partiamo dal dettaglio dei nuovi programmi.

Disturbi metabolici

L’accesso alla prevenzione dei disturbi metabolici riguarda donne e uomini a partire dai 40 anni di età. 

Prestazioni ammesse a rimborso

  • Visita specialistica (medicina interna, endocrinologia, malattie metaboliche e del ricambio)
  • Bioimpedenziometria
  • Esami ematologici: emocromo, azotemia, creatininemia, GOT, GPT, gammaGT, Na+, K+, Ca++, Mg+, glicemia, colesterolo totale e frazionato, trigliceridi, albumina, elettroforesi proteica, FT3, FT4, TSH
  • Esame chimico-fisico delle urine.

Cadenza dei controlli: ogni 2 anni.

Rimborso massimo: Euro 200,00.

Per ottenere il rimborso devi presentare:

Odontoiatria bambini

L’accesso alla prevenzione odontoiatrica bambini riguarda la fascia di età tra 6 e 11 anni (naturalmente sia femmine che maschi).

Prestazioni ammesse a rimborso

  • Radiografia ortopanoramica
  • Seduta di igiene orale e istruzioni d’igiene domiciliare
  • Fluoroprofilassi topica
  • Sigillatura dei solchi dei molari permanenti.

Cadenza dei controlli: una sola volta per fascia d’età individuata.

Rimborso massimo: Euro 200,00.

Per ottenere il rimborso devi presentare:

Carcinoma della cervice uterina

L’accesso alla prevenzione del carcinoma della cervice uterina riguarda le donne in età compresa tra 21 e 64 anni.

Prestazioni ammesse a rimborso

  • Visita ginecologica
  • Pap-test o in alternativa duo-pap (dove disponibile).

Cadenza dei controlli: ogni 2 anni.

Rimborso massimo: Euro 110,00.

Per ottenere il rimborso devi presentare:

Papilloma virus

L’accesso alla prevenzione del papilloma virus riguarda femmine e maschi nella fascia di età tra 12 e 18 anni.

Prestazione ammessa a rimborso

Vaccino per la prevenzione del papilloma virus.

Il rimborso massimo dell’intero trattamento è pari a Euro 350.00.

Per ottenere il rimborso devi presentare:

Cancro della mammella

L’accesso alla prevenzione del cancro della mammella riguarda le donne a partire dai 40 anni di età.

Prestazioni ammesse a rimborso

  • RX mammografia
  • Ecografia mammaria.

Cadenza dei controlli: annuale.

Rimborso massimo: Euro 150,00.

Per ottenere il rimborso devi presentare:

Cancro del colon retto

L’accesso alla prevenzione del cancro del colon retto riguarda uomini e donne in età compresa tra 50 e 74 anni.

Prestazioni ammesse a rimborso

  • Ricerca sangue occulto (SOF-FOBT)
  • Colonscopia.

Cadenza dei controlli:

  • ricerca del sangue occulto nelle feci ogni anno;
  • colonscopia ogni 3 anni.

Visita a cura del medico di medicina generale.

Rimborso massimo:

  • ricerca del sangue occulto nelle feci Euro 5,00;
  • colonscopia Euro 350,00.

Per ottenere il rimborso devi presentare:

Prevenzione urologica

L’accesso alla prevenzione urologica riguarda i maschi oltre i 50 anni.

Prestazioni ammesse a rimborso

  • Visita urologica
  • PSA
  • Esami urine completo con sedimento.

Cadenza dei controlli: ogni due anni.

Rimborso massimo: Euro 110,00.

Per ottenere il rimborso devi presentare:

Prevenzione cardiovascolare e ictus cerebrale

L’accesso alla prevenzione cardiovascolare e ictus cerebrale riguarda uomini e donne nella fascia di età fra 35 e 74 anni.

Prestazioni ammesse a rimborso

  • Prelievo ematico (glicemia, colesterolemia totale, trigliceridi, colesterolo HDL, creatininemia)
  • Visita cardiologica
  • Elettrocardiogramma
  • Ecocolordoppler cardiaco
  • Ecodoppler vas epiaortici.

Cadenza dei controlli: ogni due anni.

Rimborso massimo Euro 250,00.

Per ottenere il rimborso devi presentare:

Prevenzione osteoporosi

L’accesso alla prevenzione dell’osteoporosi riguarda le donne a partire dai 45 anni.

Prestazioni ammesse a rimborso

  • Mineralometria o densitometria ossea
  • Visita ortopedica.

Cadenza dei controlli: ogni due anni.

Rimborso massimo Euro 120,00.

Per ottenere il rimborso devi presentare:

Prevenzione tiroide

L’accesso alla prevenzione relativa alla tiroide riguarda uomini e donne dopo i 50 anni di età.

Prestazioni ammesse a rimborso

  • Ecografia tiroidea
  • FT3, FT4, TSH, anticorpi anti-tireoglobulina
  • Visita endocrinologica.

Cadenza dei controlli: ogni due anni.

Rimborso massimo Euro 160,00.

Per ottenere il rimborso devi presentare:

Termini e modalità per la presentazione delle domande di rimborso

La richiesta di rimborso deve essere presentata, compilando l’apposito modulo, utilizzando la piattaforma websanitaria FISDEWEB (con accesso da questo sito), entro il 60° giorno successivo a quello della data dell’ultimo giustificativo di spesa (se la fattura è emessa nel corso del mese di dicembre la scadenza è fissata al 31 gennaio immediatamente successivo).

Il rimborso è erogato a condizione che, per ciascun programma siano stati effettuati tutti gli accertamenti previsti dal protocollo, entro tre mesi dalla prima prestazione.

Le eventuali prestazioni sanitarie non previste dai programmi, prescritte nel corso dei singoli accertamenti, saranno rimborsate sulla base del Regolamento per le prestazioni sanitarie. Non sono rimborsabili da FISDE le domande prive di sottoscrizione ovvero mancanti anche di una sola delle documentazioni previste. Qualora la domanda sia priva di sottoscrizione o incompleta, al socio viene fissato un termine di trenta giorni – decorrenti dalla ricezione della relativa comunicazione – per il perfezionamento della richiesta; trascorso inutilmente detto termine, la domanda è respinta. Al modulo di richiesta deve essere allegata la documentazione di spesa fiscalmente idonea dalla quale risulti, in maniera dettagliata, la prestazione erogata e la tariffa applicata. Una volta presentata la richiesta di rimborso, il socio dovrà conservare ed esibire, a richiesta di FISDE, la documentazione fiscale di spesa in originale, fino al 31 dicembre del quinto anno successivo a quello di fruizione del rimborso.

Rimborso per familiare fiscalmente a carico

Nel caso di richiesta di accesso alle prestazioni per il familiare fiscalmente a carico, si ricorda che il socio deve presentare, entro il 30 settembre dell’anno successivo a quello di fruizione della prestazione, documentazione reddituale da cui risulti che il familiare era a proprio carico; è esonerato da questo obbligo il socio che avesse fruito di rimborsi/prestazioni esclusivamente per familiare a carico minorenne (18 anni non compiuti). Resta fermo in ogni caso l’obbligo da parte del socio di conservare ed esibire, a richiesta di FISDE, la documentazione reddituale in originale fino al 31 dicembre del quinto anno successivo a quello di fruizione dei rimborsi/prestazioni del Fondo.

Nel caso di mancata produzione di tale documentazione, ovvero nel caso in cui dalla stessa non risulti confermata la situazione di carico fiscale, troveranno applicazione le specifiche previsioni disciplinanti i controlli e sanzioni su prestazioni per familiari a carico.

Dove presentare la richiesta di rimborso

Le richieste di rimborso debitamente compilate e sottoscritte, comprensive di tutta la documentazione prevista, devono essere presentate utilizzando la piattaforma websanitaria Fisdeweb alla quale puoi accedere da questo sito.

Calcolo del rimborso

Il rimborso avviene in un’unica soluzione entro i limiti dei valori massimi previsti per ciascun programma, fino a concorrenza della spesa sostenuta.