Il Consiglio di Amministrazione di FISDE, nella riunione tenutasi nei giorni 11 e 13 novembre 2014, ha approvato il Programma di attività ed il relativo Bilancio preventivo 2015, avendo presente l’esigenza di limitare, per quanto possibile, lo “sbilancio” tra i finanziamenti e i costi per prestazioni e spese di gestione. In tale ottica, nella individuazione delle misure di riduzione della spesa, avuto anche riguardo alla perdurante situazione di crisi economica, ha operato in maniera tale da incidere in modo contenuto sugli attuali livelli delle prestazioni ai soci, evitando in ogni caso tagli netti delle stesse.

In particolare, le decisioni assunte sono quelle di seguito riportate.

Periodico NoiFisde

A partire dal 2015, il periodico NoiFisde si caratterizzerà specificamente come organo di informazione su tematiche di natura associativa: modifiche normative, delibere, programmi di attività, bilanci, ecc., avrà di norma otto pagine ed una periodicità semestrale.

Il periodico continuerà ad essere pubblicato sul sito Internet, mentre la realizzazione cartacea e la spedizione sarà limitata ai soli soci straordinari.

Rimborsi per prestazioni sanitarie – P.S.A.I.

Le misure di razionalizzazione e contenimento introdotte in materia di rimborsi per prestazioni sanitarie, tutte con decorrenza dal 1° gennaio 2015, riguardano:

  • il tetto annuo per le spese odontoiatriche;
  • il rimborso di prestazioni di ortodonzia;
  • il rimborso di lenti e montature;
  • la franchigia sui rimborsi per spese di viaggio, soggiorno e accompagnatore.

Prestazioni odontoiatriche

Nuovo limite massimo di rimborso annuale per le spese odontoiatriche

  • Dal 1° gennaio 2015 il limite massimo di rimborso annuale per le spese odontoiatriche dei soci ordinari e dei soci della gestione separata SEL sarà pari ad Euro 4.000, 6.000 e 8.000, a seconda che il nucleo familiare sia composto da un fruitore, da due fruitori o da più di due fruitori. Rimane fermo il limite massimo di rimborso annuale di Euro 2.500 già previsto per i soci straordinari.
  • Ortodonzia Dal 1° gennaio 2015, per le prestazioni odontoiatriche di ortodonzia, il rimborso non potrà più avere luogo per prestazioni (mesi di trattamento) non ancora effettuate, ma – come per ogni altro rimborso erogato dal Fondo – soltanto a fronte di fattura relativa a prestazioni già fruite, supportata dalla prevista documentazione diagnostica e dalla scheda cure odontoiatriche relativa alle prestazioni fruite. Quanto precede riguarda tutti i soci (ordinari, straordinari, aggregati di tutte le gestioni separate, familiari a carico).

Rimborso lenti e montature

A decorrere dal 1° gennaio 2015, ai soci ordinari, soci straordinari e soci aggregati della gestione SEL e familiari a carico sarà rimborsato un solo paio di occhiali (una montatura e due lenti) ogni tre anni. Pertanto, ogni tre anni sarà possibile chiedere il rimborso per una montatura con lenti da vicino o per una montatura con lenti da lontano o per una montatura con lenti bifocali o multifocali. Ai fini del calcolo del periodo di tre anni si terrà conto dei rimborsi già erogati.

Spese viaggio, soggiorno e accompagnatore

Dal 1° gennaio 2015, il rimborso delle spese viaggio, soggiorno e accompagnatore – ferme restando le regole ed i criteri di calcolo previsti  dalla normativa vigente – avverrà, con riferimento a ciascun anno e a ciascun nucleo familiare –  con applicazione di una franchigia assoluta per i primi 400 Euro di rimborso; i rimborsi di importo superiore ad Euro 400 fino ad Euro 4.000 saranno erogati nella misura del 100%, mentre la parte eccedente sarà rimborsata al 50%. Ai fini di quanto precede, si terrà conto anche dei rimborsi erogati nell’ambito del Regolamento per la disabilità. Tale modifica riguarderà i rimborsi viaggio/soggiorno/accompagnatore erogati a soci ordinari, soci straordinari e soci aggregati SEL.

Prestazioni alle persone con disabilità

Le prestazioni relative alla disabilità, a partire dal 1° gennaio 2015, saranno oggetto di modifiche relative a:

  • la riorganizzazione della consulenza;
  • la lieve riduzione della durata dei soggiorni dedicati;
  • il tetto per rimozione delle barriere architettoniche;
  • la franchigia sui rimborsi per spese di viaggio, soggiorno e accompagnatore.

Consulenza alle persone con disabilità

Dal 1° gennaio 2015, le attività finora svolte sul territorio dai consulenti per la disabilità saranno interessate da una complessiva riorganizzazione caratterizzata dall’accentramento del servizio presso la sede del Fondo e da un più moderno “dialogo” informatizzato.

Per consentire agli assistiti di interagire con il consulente per la disabilità, sarà attivata una specifica linea di posta elettronica.

Soggiorni estivi

Dal 2015, la durata dei soggiorni estivi sarà di 10 giorni. Restano ferme tutte le altre attuali caratteristiche e le fasce di età dei partecipanti.

Rimborso spese per rimozione barriere architettoniche

A decorrere dal 1° gennaio 2015, il tetto di rimborso delle spese per la rimozione delle barriere architettoniche sarà pari ad  Euro 10.000.

Rimborso spese viaggio, soggiorno e accompagnatore

Dal 1° gennaio 2015, il rimborso delle spese viaggio, soggiorno e accompagnatore – ferme restando le regole ed i criteri di calcolo previsti dalla normativa vigente – con riferimento a ciascun anno e a ciascun nucleo familiare, avverrà con applicazione di una franchigia assoluta per i primi 400 Euro di rimborso; i rimborsi di importo superiore ad Euro 400 fino ad Euro 4.000 saranno erogati nella misura del 100%, mentre la parte eccedente sarà rimborsata al 50%. Ai fini di quanto precede, si terrà conto anche dei rimborsi erogati nell’ambito del Regolamento per le prestazioni sanitarie.

Controlli familiari a carico: saldi 2014

Ultima misura adottata nel corso della riunione consiliare di novembre riguarda l’erogazione dei saldi nei confronti dei soci che hanno fruito di prestazioni per familiari a carico (rimborsi sanitari, rimborsi per la disabilità, partecipazione a soggiorni disabili, ecc.).

Restano fermi i termini per la presentazione della documentazione comprovante la situazione di carico fiscale di familiari per i quali siano state fruite prestazioni erogate dal Fondo ovvero per la restituzione di eventuali importi indebitamente ricevuti.

Il Consiglio di Amministrazione ha deciso che, a partire dal 2015, con riferimento all’esercizio 2014, e ovviamente per tutti gli esercizi successivi, l’erogazione dei saldi ai soci che hanno fruito di prestazioni per familiari a carico avrà luogo soltanto a valle della regolarizzazione della relativa posizione (presentazione della documentazione reddituale comprovante il carico fiscale nell’anno di fruizione ovvero restituzione degli importi non spettanti).

Pertanto, i soci che, nel corso del 2014, hanno fruito di prestazioni del Fondo per familiari a proprio carico, riceveranno il saldo dei rimborsi fruiti per sé e per i propri familiari a carico soltanto dopo avere regolarizzato la propria posizione.