Si ricorda che, in base alla vigente normativa regolamentare, i soci che nel 2014 hanno fruito di prestazioni del Fondo per familiari dichiarati a carico, avrebbero dovuto presentare, entro il 30 settembre 2015, la documentazione fiscale comprovante la situazione di carico fiscale dei familiari oppure restituire al Fondo quanto percepito senza averne titolo.

I soci che, pur non avendo regolarizzato la propria posizione entro il 30 settembre 2015, provvedano entro il 31 dicembre 2015 a presentare la documentazione fiscale comprovante il carico fiscale o a restituire gli importi percepiti indebitamente, riceveranno il rimborso per le pratiche 2015 che erano state sospese a far data dal 1° ottobre 2015, e potranno continuare a fruire delle prestazioni del Fondo per il 2016.

Con riferimento invece ai soci che – avendo fruito di prestazioni per propri familiari nel corso del 2014 – non avranno regolarizzato la propria posizione neppure entro il termine del 31 dicembre 2015, le pratiche 2015 già sospese continueranno a rimanere sospese. Tali soci inoltre non potranno presentare domande di rimborso riferite a prestazioni aventi giustificativo di spesa con data dal 1° gennaio 2016 né potranno fruire delle altre prestazioni del Fondo. Solo dopo aver provveduto a regolarizzare la propria posizione, avranno titolo a:

  • ottenere il rimborso per le pratiche 2015 sospese;
  • presentare domande di rimborso per prestazioni aventi giustificativo di spesa emesso in data pari o successiva alla regolarizzazione;
  • presentare domande di rimborso per prestazioni aventi giustificativo di spesa emesso in data anteriore alla regolarizzazione a condizione che non sia scaduto il termine regolamentare di 60 giorni decorrenti dal giorno successivo alla data fattura;
  • fruire di ogni altra prestazione del Fondo.

Anche il saldo dei rimborsi viene pagato da FISDE soltanto dopo che il socio avrà provveduto a regolarizzare la propria posizione con la presentazione della documentazione necessaria a comprovare il carico fiscale o con la integrale restituzione degli importi indebitamente percepiti.